9 Gennaio
imprese & mercati

Vino: nel 2016 la produzione italiana vicina ai livelli dello scorso anno

A vendemmia ormai archiviata, la produzione italiana di vino del 2016 appare particolarmente abbondante e non lontana dai livelli dello scorso anno, quando sono stati superati i 50 milioni di ettolitri. È quanto risulta dall’ultimo rapporto dell’Ismea, l’Istituto di servizi  per il mercato agricolo alimentare.

 

Nel rapporto si precisa come permanga ancora incertezza, relativamente al segno della variazione rispetto al 2015, a causa delle piogge di settembre che hanno leggermente mutato gli esiti delle previsioni formulate fino ad allora. Sembra comunque essersi consolidata la crescita in Emilia-Romagna, Veneto e Piemonte, mentre in Trentino Alto-Adige le perdite sono state inferiori alle aspettative; situazione analoga in Sicilia. In Lombardia, invece, la flessione stimata inizialmente è sembrata ottimistica. La Puglia presenta uno scenario molto variegato, con perdite pesanti su alcune varietà e incrementi altrettanto importanti su altre.

 

L’Italia si conferma il primo Paese produttore in un contesto in cui i volumi mondiali, secondo stime dell’Oiv (Organizzazione internazionale della vigna e del vino) si attestano intorno ai 260 milioni di ettolitri, con una flessione del 5% rispetto al 2015. L’Unione europea nel suo complesso si presenta con una produzione di 165,6 milioni di ettolitri, contro i 167 della campagna precedente (-4%). La Francia a fronte di 43,2 milioni di ettolitri registra una contrazione su base annua del 10%.

 

In lieve crescita, secondo le prime stime, la Spagna ma senza discostarsi troppo dai 37 milioni di ettolitri del 2015.

 

Nel Nuovo Mondo la produzione 2016 è stata del 10% inferiore rispetto all’anno precedente, con Cile, Sudafrica e Argentina che hanno registrato riduzioni vicine o superiori al 20%. In lieve incremento, invece, la produzione di Stati Uniti e Australia.

 

Da segnalare che la Cina, con oltre 11 milioni di ettolitri, si sta affermando anche come produttore e non più solo come importatore.

 

(© Osservatorio AGR)

Cattolica Assicurazioni Soc. Coop.

codice fiscale/partita Iva 00320160237