20 Gennaio
imprese & mercati politiche

Spazio anche al vino nella legge di bilancio

La legge di bilancio per il 2022 destina al settore agroalimentare una quantità di risorse a cui non si era abituati: complessivamente si tratta di circa 2 miliardi di euro.


In questo contesto ci sono anche interventi destinati in maniera specifica alla filiera vitivinicola, verso i quali gli operatori economici possono guardare con interesse, in attesa della predisposizione dei provvedimenti applicativi da parte del Ministero.


Una prima misura degna di nota prevede l’erogazione di contributi a favore delle imprese che producono vino dop, igp e biologico con progetti di investimento in moderni sistemi digitali, con l’impiego del codice a barre bidimensionale apposto sull’etichetta e l’utilizzo di siti e pagine web istituzionali per la promozione.


La misura è sicuramente innovativa, con l’unica pecca della dotazione finanziaria che, per il 2022, è di appena 1 milione di euro. È auspicabile pertanto che ci sia un incremento della dotazione e, in caso di successo della misura, si arrivi a un rifinanziamento dell’intervento per gli anni successivi.


Toccherà al Mipaaf adottare i criteri e le modalità per il funzionamento del regime d’aiuto, attraverso un apposito decreto che dovrà passare per la Conferenza Stato-Regioni.


Un secondo intervento interessante per le imprese della filiera vitivinicola italiana è quello che punta alla promozione e al sostegno delle eccellenze della ristorazione e della pasticceria nazionale, nonché alla valorizzazione del patrimonio agroalimentare ed enogastronomico. Per questo regime d’aiuto è stato accordato un finanziamento di 76 milioni di euro, ripartiti nel biennio 2022-2023.


Anche in questo caso, come nel precedente, è necessario attendere la predisposizione di un decreto amministrativo ministeriale.


Una terza misura che può suscitare interesse da parte della filiera vitivinicola è il rifinanziamento con 120 milioni di euro dei distretti del cibo. Nel registro nazionale compilato dal Mipaaf si può notare come sui 109 distretti censiti, diversi riguardano in maniera esclusiva il vino e molti operano in modo trasversale su una gamma di produzione agroalimentare comprensiva di quelli vitivinicoli.

Cattolica Assicurazioni S.p.A.

codice fiscale/partita Iva 00320160237

Privacy e Cookie policy