16 Dicembre
politiche

Bentazone: no del Parlamento europeo al rinnovo dell’autorizzazione

Con una risoluzione approvata con 361 voti a favore, 289 contrari e 28 astenuti, il Parlamento europeo ha chiesto alla Commissione di Bruxelles di non rinnovare l’autorizzazione per l’uso del bentazone, erbicida frequentemente utilizzato in agricoltura per il trattamento di colture come riso, mais, frumento e soia. L’autorizzazione in questione scade il 30 giugno ma l’Esecutivo UE ne ha proposto il rinnovo fino al 2032.

 

L’opposizione dei deputati di Strasburgo è motivata dalla mancanza di conferme sul fatto che la sostanza non sia nociva per l’uomo e per l’ambiente.

 

La risoluzione infatti sottolinea come l’Autorità per la sicurezza alimentare europea (Efsa) abbia proposto di classificare il bentazone tra le sostanze tossiche per la riproduzione (categoria 2). Secondo i parlamentari, l’Efsa dovrebbe approfondire ulteriormente le proprie ricerche coinvolgendo esperti in materia di tossicologia sui mammiferi, residui ed ecotossicologia. In questo modo sarebbe in grado di adottare una conclusione con la quale determini se il bentazone risponda ai requisiti previsti dai regolamenti europei sugli effetti delle sostanze attive sull’ambiente, sulla biodiversità e sull’ecosistema.

 

Il Parlamento europeo chiede quindi alla Commissione di sollecitare e valutare le informazioni mancanti, prima di decidere in merito al rinnovo dell’autorizzazione.

 

(© Osservatorio AGR)

Cattolica Assicurazioni S.p.A.

codice fiscale/partita Iva 00320160237