19 dicembre
politiche

Protezione fitosanitaria: l’Unione europea adotta nuovo passaporto armonizzato per le piante

Con la pubblicazione, sulla Gazzetta Ufficiale UE, del Regolamento di esecuzione 2017/2313, l’Unione europea ha adottato un modello armonizzato di passaporto per tutte le piante che verranno spedite e trasportate da operatori e professionisti nell’area comunitaria.

 

Il passaporto europeo dei vegetali garantirà che le piante siano state coltivate sotto controllo ufficiale, in assenza di organismi nocivi regolamentati, e ne assicurerà tracciabilità. Una misura di rafforzamento della protezione fitosanitaria, volta a evitare il ripetersi di casi analoghi a quello della Xylella fastidiosa, il batterio agente della grave malattia che ha colpito migliaia di ulivi in Puglia.

 

L’introduzione del passaporto per i vegetali mira infatti a scongiurare la possibilità che i patogeni siano importati dall’estero attraverso spedizioni contaminate che possano contagiare le coltivazioni sul territorio nazionale. L’armonizzazione del documento tra tutti i Paesi dell’Unione europea ne renderà immediata la lettura e la comprensione.

 

La decisione della Commissione europea è stata annunciata nei giorni scorsi dal Commissario per la salute e la sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis, secondo cui l’adozione del passaporto europeo per le piante avvia il processo di applicazione del nuovo regolamento fitosanitario europeo, e costituisce un primo passo nella modernizzazione delle norme per proteggere le piante nell’Ue, l’economia e l’agricoltura.

 

Il Regolamento entrerà in vigore il 3 gennaio 2018 e si applicherà dal 14 dicembre 2019.

 

(© Osservatorio AGR)

Cattolica Assicurazioni Soc. Coop.

Codice fiscale/Partita IVA 00320160237 - Partita IVA del Gruppo IVA Cattolica Assicurazioni 04596530230