11 Novembre
politiche

Glifosato: l’Unione europea non riesce a decidere sul rinnovo dell’autorizzazione

Ancora nessuna decisione dell’Unione europea sulla questione glifosato, il controverso erbicida, la cui licenza scade il prossimo 31 dicembre.

Nell’ultima riunione del 9 novembre, i ventotto Stati membri non hanno raggiunto una posizione comune sulla proposta della Commissione di rinnovare l’autorizzazione del diserbante per cinque anni. Quattordici Paesi si sono espressi a favore, nove, tra cui l’Italia e la Francia , hanno votato contro, i restanti cinque, compresa la Germania, si sono astenuti.

 

L’Esecutivo comunitario intende portare la proposta in comitato d’appello: le prime date utili sarebbero il 27 o il 28 novembre. Se anche in quell’occasione non dovesse esserci la maggioranza qualificata (almeno il 55% degli Stati e almeno il 65% della popolazione UE), la normativa prevede che Bruxelles possa adottare la proposta senza l’ok dei Paesi.

 

Con una produzione globale che nel 2014 ha superato le 800mila tonnellate, il glifosato è il diserbante più usato al mondo, in agricoltura, nel giardinaggio e per la manutenzione del verde, ma è sotto accusa da diversi anni per i possibili danni alla salute.

 

Nel 2015, lo IARC, l’agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, che fa parte dall’Organizzazione mondiale della sanità, lo ha inserito nella lista delle sostanze “probabilmente cancerogene”. Diverso il giudizio dell’Efsa, l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare, secondo la quale “è improbabile che il glifosato sia genotossico o che rappresenti una minaccia di cancro per l’uomo”.

Tuttavia, la stessa Efsa ha consigliato di stabilire – per la prima volta – una soglia di sicurezza: 0,5 milligrammi per chilo di peso corporeo come dose massima consentita ingeribile in un giorno.

 

L’autorizzazione all’uso dell’erbicida all’interno dell’Unione europea era già scaduta a fine 2015, quando la Commissione l’aveva prorogata di due anni, in attesa di una decisione che però stenta ad arrivare.

 

(© Osservatorio AGR)

Cattolica Assicurazioni Soc. Coop.

Codice fiscale/Partita IVA 00320160237 - Partita IVA del Gruppo IVA Cattolica Assicurazioni 04596530230