14 dicembre
imprese & mercati

Cooperazione agroalimentare italiana: il fatturato sfiora i 35 miliardi di euro

Con 4.703 imprese e oltre 91mila addetti, la cooperazione agroalimentare italiana nel 2016 ha generato un fatturato di quasi 35 miliardi di euro, pari al 23% del totale dell’alimentare italiano, ottenuto attraverso la lavorazione e la trasformazione del 32% della materia prima agricola, per un valore di 16,1 miliardi di euro.

 

È quanto emerge dai dati contenuti nel rapporto 2017 dell’Osservatorio della cooperazione agricola italiana, istituito presso il Mipaaf e sostenuto dall’Alleanza delle cooperative agroalimentari (Agci-Agrital, Fedagri-Confcooperative, Legacoop Agroalimentare) e Unicoop.

 

Nel rapporto, presentato a Roma lo scorso 12 dicembre, si evidenzia come, a dispetto di un leggero calo dei soci produttori aderenti (-3%), la cooperazione registri una crescita sia del fatturato (+0,6%) che dell’occupazione (+0,9%).

 

Buone anche le performance dell’export: complessivamente nel 2016 il sistema cooperativo italiano ha realizzato oltreconfine il 17% del proprio volume d’affari, per un totale di 5 miliardi di euro, pari al 13% delle esportazioni agroalimentari italiane.

 

Le cooperative del settore delle carni fresche e trasformate esprimono la quota di fatturato più importante (8,9 miliardi di euro, pari al 26% del totale); segue il comparto dell’ortofrutta (8,7 miliardi, 25% del fatturato totale), quello del latte (6,6 miliardi, 19%), dei servizi (4,8 miliardi, 14%) e del vino (4,5 miliardi, 13%).

 

Da evidenziare anche il ruolo strategico che la cooperazione agroalimentare gioca nella valorizzazione dei prodotti Made in Italy, tanto in Italia quanto sul mercato estero: le imprese cooperative, infatti, lavorano materia prima che per il 74% è di provenienza locale, per il 24% nazionale e solo per il 2% estera.

 

«Sono soddisfatto del quadro economico fotografato dal rapporto», commenta Giorgio Mercuri, presidente dell’Alleanza delle cooperative agroalimentari, «in particolare per il contributo importante che le cooperative stanno dando in termini di incremento delle vendite sui mercati internazionali. Il settore lattiero-caseario ha visto aumentare il proprio export del 20% in un solo anno, mentre le prime 25 cooperative vitivinicole hanno in media la metà del loro giro d’affari derivante proprio dall’export».

 

(© Osservatorio AGR)

Cattolica Assicurazioni Soc. Coop.

Codice fiscale/Partita IVA 00320160237 - Partita IVA del Gruppo IVA Cattolica Assicurazioni 04596530230