17 Giugno

Cimice asiatica, al via piano di monitoraggio con il supporto di Cattolica Assicurazioni

Coldiretti Verona lancia il piano di monitoraggio del dannoso insetto grazie al contributo di Cattolica Assicurazioni. Bedoni: “Progetto che coniuga innovazione e ricerca

Trappole a feromoni e bollettino settimanale per monitorare l’evoluzione e la diffusione della cimice asiatica nel Veronese, mettendo così a punto piani di contrasto efficaci. È questo il progetto sperimentale sviluppato e realizzato da Coldiretti Verona, AIPO (Associazione interregionale produttori olivicoli di Verona), Consorzio Agrario del Nord-Est con la gestione tecnica del Centro Studi Agrea e il contributo di Cattolica Assicurazioni e Banco BPM. Il piano d’intervento non ha precedenti in Italia, come ha ricordato il presidente di Cattolica Assicurazioni, Paolo Bedoni: “La difesa del Made in Italy parte dalla difesa della nostra produzione. Questa è un’iniziativa che coniuga sapientemente innovazione e ricerca: non potevamo non essere presenti. Per una società come la nostra nata oltre un secolo fa proprio per proteggere gli agricoltori dai danni causati da grandine e incendi, il settore agricolo resta uno dei business principali a cui ci rivolgiamo con particolare attenzione. Ed è per questo che sosteniamo ogni iniziativa che si ponga l’obiettivo di aiutare il comparto. Nel segno di quel continuo aggiornamento e progresso volto all’innovazione, siamo lieti di aver contribuito alla realizzazione di questa app dinamica per il monitoraggio delle fasi evolutive della cimice asiatica. Siamo certi che potrà essere uno strumento utile per conoscere in maniera più approfondita la minaccia costituita da questo insetto e per poter elaborare piani di azione di contrasto ancor più efficaci”. “Il puntuale monitoraggio dei frutteti per accertare la presenza dell’insetto e le sue precise fasi biologiche, consente di individuare il momento più propizio di intervento e il principio attivo più adeguato – ha dichiarato il presidente provinciale di Coldiretti Daniele Salvagno -. Voglio ringraziare il Gruppo Cattolica e Banco Bpm per aver sostenuto il progetto: la difesa del Made in Italy parte anche da qui”.

 

La “cimice marmorata asiatica” è particolarmente pericolosa per l’agricoltura perché prolifica con il deposito delle uova almeno due volte all’anno con 300-400 esemplari alla volta che rovinano i frutti rendendoli inutilizzabili, col rischio di compromettere seriamente parte del raccolto. Il progetto illustrato, attraverso il monitoraggio con 25 trappole a feromoni di aggregazione, collocate in diverse aziende agricole situate nell’ovest veronese, consente di ottenere informazioni utili sul livello d’infestazione delle colture e di stimare in modo più corretto rispetto ai controlli visivi, la presenza dell’insetto. L’analisi dei dati raccolti dalle trappole è inserita in un bollettino settimanale che contiene anche dei consigli agronomici ed è diffuso ogni giovedì, da giugno a ottobre 2019 da AIPO Verona come newsletter dal proprio sito internet (www.aipoverona.it), oltre che attraverso l’applicazione “AIPO” per i dispositivi Android e IOS scaricabile gratuitamente.

 

Paolo Bedoni e Daniele Salvagno presentano piano di monitoraggio della cimice asiatica

Cattolica Assicurazioni Soc. Coop.

codice fiscale/partita Iva 00320160237

Disclaimer IP | Privacy e Cookie policy